Skip to content

Notizie

Articolo pubblicato sulla rivista Piscinas Hoy, edizione marzo/aprile 2020

Tutti i bicchieri filtro hanno la stessa origine e le stesse caratteristiche?

Uno dei processi più delicati e rilevanti nella manutenzione della nostra piscina è la filtrazione dell’acqua. Si tratta di una funzione di natura esclusivamente meccanica, che influenza direttamente le caratteristiche e la purezza dell’acqua con cui saremo in contatto. Possiamo definirlo come il processo di ritenzione di particelle indesiderate di vario tipo da parte di una massa filtrante, in cui i grani agiscono come una maglia che trattiene le particelle tra i microcanali generati.

Sul mercato possiamo trovare un’ampia scelta di mezzi filtranti, essendo la sabbia silicea l’opzione più tradizionale ed estesa grazie al suo elevato potere filtrante all’inizio della sua vita utile, oltre che al suo basso costo.

Tuttavia, da alcuni anni, la sabbia a base di vetro riciclato si è affermata come l’alternativa preferita dai consumatori, guadagnando terreno e quote di mercato. Tanto che alcuni dei produttori e distributori internazionali offrono nei loro cataloghi solo sabbia di vetro. Ma quali sono le ragioni dell’aumento della domanda?

Ci sono due ragioni principali per il boom di questo mezzo filtrante. Da un lato, l’elevata durabilità che offre, molto più elevata di quella della silice, poiché deve essere sostituita molto prima che perda completamente la sua capacità di filtrazione a causa della compattazione e dell’intasamento prodotti dalla colonizzazione dei batteri sulla superficie dei suoi grani. Questi batteri generano una sostanza chiamata Biofilm per proteggersi dal cloro che cerca di eliminarli, ed è questa sostanza che agglomera i grani fino a sopprimere la loro capacità di filtrazione iniziale. Tanto che gran parte del cloro utilizzato nella piscina è destinato ad eliminare il Biofilm presente all’interno del filtro. Tuttavia, i grani di vetro hanno una geometria della faccia piatta senza imperfezioni, che riduce le possibilità di generare Biofilm (poiché i batteri non possono aderire al grano), il che aumenta notevolmente la longevità di questo mezzo.

D’altra parte, dobbiamo sottolineare il risparmio economico diretto fornito dal vetro, che può essere suddiviso in tre sezioni:

  • Il consumo di acqua grazie alla riduzione del necessario controlavaggio, poiché l’assenza di Biofilm e di compattazione dei grani aumenta la capacità di ritenzione del filtro.

  • Consumo di energia elettrica dovuto al minor consumo della pompa. Tutti i microcanali del filtro rimangono aperti a causa dell’assenza di Biofilm e dell’effetto compattante.

  • Prodotti chimici, a causa della minore presenza di batteri nel filtro.


Finora le principali ragioni dell’aumento del consumo di sabbia di vetro rispetto alla tradizionale sabbia di silice, ma le sabbie di vetro sono tutte uguali? Anche se ci sono caratteristiche tecniche che differenziano alcuni produttori da altri, c’è una caratteristica fondamentale che ci permette di distinguere due gruppi: l’origine del vetro.

Le sabbie di vetro hanno la loro origine nei circuiti di riciclaggio, il che porta alla comparsa di diverse qualità, prestazioni e gradi di igiene. Da un lato troviamo quelli provenienti dal circuito del riciclaggio urbano, composto da bottiglie, barattoli e rifiuti provenienti da un contenitore per il riciclaggio dei rifiuti. Per la sua composizione, in questo gruppo è probabile la presenza di batteri e improprie che possono migrare nell’acqua filtrata con la quale entreremo in contatto nella nostra piscina. Pertanto, è importante assicurarsi che i bicchieri filtranti di questa categoria siano stati sottoposti ad un processo di lavaggio ottimale che garantisca la totale assenza di questi contaminanti.

D’altra parte, abbiamo il vetro con origine nei circuiti di vetro piano, cioè gli avanzi dell’industria dei serramenti e simili, che per la loro traiettoria non sono stati a contatto con contaminanti di alcun tipo. In questo caso non è necessario sottoporre il vetro a processi di lavaggio, migliorando così notevolmente l’impronta ecologica del prodotto.

Data l’importanza del processo di filtrazione nel nostro pool, è essenziale che prima di sostituire i nostri mezzi filtranti studiamo attentamente le diverse alternative offerte dal mercato, così come i diversi gradi di prestazioni, risparmio, purezza, sicurezza e durata certificati da ogni produttore. Solo in questo modo garantiremo che l’acqua della nostra piscina soddisfi gli standard di trasparenza e igiene che ci meritiamo.